La mia Bali

Bali

Tegalalang Rice Terrace (Ubud) bagliori di luce sul verde

Bali informazioni

Geografia  

Bali è un'isola Indonesiana che fa parte delle piccole isole della Sonda , situata circa 8° a sud dell'equatore.

Ha una superficie di 5.561 km² l’equivalente della Liguria , misura approssimativamente 153 km da est a ovest e 112 km da nord a sud.

A ovest è divisa dall'isola di Giava da uno stretto canale.

A est è separata dall'isola di Lombok , nel canale che separa le due isole passa la Linea di Wallace, il confine tra le regioni biologiche dell'Asia e dell'Oceania.

La costa orientale e il centro sono montuosi, mentre al sud il terreno è pianeggiante .

Il rilievo più elevato è il Monte Agung un vulcano attivo di 3. 142 metri che si trova nella zona orientale nella reggenza del Karangasem  

Anche il Monte Batur è un vulcano attivo alto 1. 717 metri .

L’isola è attraversata da diversi corsi d’acqua , e malgrado lo sviluppo edilizio e’ ancora in gran parte ricoperta da una lussureggiante vegetazione , favorita dal clima equatoriale e dalle abbondanti precipitazioni che avvengono soprattutto sui rilievi

Le strade principali dell'isola percorrono la costa o la tagliano da nord a sud, seguendo le creste delle catene montuose , nell'isola  non esiste una linea ferroviaria .

Le cittadine principali sono:

Denpasar, la più popolosa città di Bali e attuale capoluogo.

Singaraja situata a nord , è la vecchia capitale del periodo coloniale

Ubud nelle colline a 20 km a nord di Denpasar, maggiore centro turistico e culturale dell'isola


   Storia

Bali viene definita poeticamente l’isola degli Dei , per via dell’abbondanza dei templi sparsi in tutta l’isola

È l’unica isola Indonesiana di religione hindu animista e la più importante meta turistica del paese .

La presenza umana nell'isola risale alla preistoria.

Alcuni reperti risalenti al 3000 a. C sono stati ritrovati nella parte ovest dell'isola e testimoniano l'insediamento di popolazioni migrate in tempi preistorici dal continente asiatico.

Le prime tracce storiche identificate nell'isola sono cocci con iscrizioni braminiche, databili intorno al I secolo a.C. e che testimoniano l'arrivo di popolazioni indù nell'isola.

Arriva L’Occidente e infine L’Indipendenza

L'esploratore olandese Cornelis de Houtman sbarcò nel 1597stabilendo il primo contatto con la cultura l'occidentale .

Ma gli occidentali non riuscirono a stabilire una loro presenza costante come avevano fatto in molte altre isole dell'arcipelago.

E Bali non partecipò mai direttamente ai traffici commerciali presenti nell'arcipelago, ma divenne esportatrice di cotone, riso, bestiame e selvaggina.

La compagnia delle indie olandese fondò Giacarta nel 1619 aprendo il commercio del mercato degli schiavi .

Questo evento diede occasione ai regnanti balinesi di vendere i loro prigionieri di guerra, fatto che contribuì a peggiorare i conflitti interni tra i principati.

Per molti anni l'economia dell'isola si basò sul commercio degli schiavi, l'aristocrazia balinese ne vendeva tantissimi in cambio di armi e oppio .

Nel 1840 gli olandesi, approfittarono delle rivalità tra i regni balinesi, riuscendo con un'operazione congiunta navale e terrestre ad occupare prima la regione di Sanur e poi Denpasar.

Gli eserciti balinesi, inferiori sia per numero sia per armamenti, lanciarono un definitivo attacco suicida (puputan .)

Bali però non si fece mai dominare completamente e gli olandesi ebbero un' impatto lieve, l’isola riuscì a conservare il controllo della sua religione e della sua cultura.

Durante la seconda guerra mondiale, Bali venne occupata dai Giapponesi.

Per liberare l’isola dagli invasori, l'ufficiale balinese Gusti Ngurah Rai organizzò un esercito di liberazione.

A seguito della resa del Giappone dell'agosto 1945, i Paesi Bassi ripristinarono in Indonesia, e anche a Bali, il governo coloniale esistente prima della guerra.

I ribelli balinesi capeggiati da Gusti Ngurah Rai si opposero utilizzando le armi abbandonate dai giapponesi. Il 20 novembre 1946 scagliò le forze ribelli nella Battaglia di Marga, contro le truppe olandesi.

L'esercito balinese venne completamente annientato e terminò così ogni resistenza.

Nello stesso anno gli olandesi, rispondendo alla creazione della Repubblica di Indonesia capeggiata da Sukarno e Hatta il 17 agosto 1945 , proclamarono la Repubblica dell'Est Indonesia e Bali divenne uno dei 13 distretti del nuovo Stato.


Pura Ulun Danu Bratan

BALI UN'ISOLA UNICA

Bali la famosa Isola degli Dei rappresenta il luogo ideale per una vacanza da sogno .

Infatti, quest’isola offre tutto quello che serve a far diventare un viaggio assolutamente perfetto: Mare, Montagne, Cascate, Sole, Yoga , Snorkeling , Surf e Kite Surf , Diving Relax, Buone Strutture ricettive e divertimento.

Nonostante il boom turistico Bali sa ancora donare tutta la sua bellezza e cultura unica.

Questi i miei consigli pratici per organizzare una vacanza a Bali e tutti i luoghi che  non  dovete assolutamente perdere.

Bali, clima e quando andare

Il clima di Bali è tipicamente tropicale, con una temperatura media di 29/30º tutto l’anno.

Bali è visitabile 12 mesi l’anno .

La lunga stagione secca dura in genere da Aprile a tutto ottobre, in questo periodo le giornate sono ventilate e le serate piacevolmente fresche.

Da novembre a marzo le precipitazioni diventano più abbondanti ma in generale sono a carattere temporalesco e lasciano spazio ad ampie schiarite, con il sole che splende per qualche ora quasi ogni giorno.

Le temperature restano costanti durante tutto l’arco dell’anno ma nella stagione delle piogge aumenta notevolmente l’umidità e quindi la sensazione di afa.

Indonesia voli interni in volo da isola a isola

Bali come arrivare

Dall’Italia a Bali ci sono ben 10,000 km e l’unico modo per arrivare in maniera veloce è l’aereo , salvo che non siate pionieri sulle orme di Marco Polo.

A oggi non esistono voli diretti dagli aeroporti italiani, ma l’isola è servita da tutte le maggiori compagnie di bandiera.

L’aeroporto Internazionale I Gusti Ngurah Rai è situato a sud dell’isola vicino alla capitale Denpasar.

Normalmente i voli con scalo finale a Denpasar sono abbastanza costosi, se volete risparmiare, potete scegliere di fare uno scalo in qualche grande metropoli asiatica: Bangkok, Singapore, Kuala Lumpur, Hong Kong o Giacarta, per continuare il viaggio fino a Bali con un volo low cost.

Se vi trovate già, in Indonesia potete arrivare a Bali anche via mare. frequenti i collegamenti con Giava, Lombok e Gili.

*Per approfondire l’argomento su voli e collegamenti  leggi qua

Bali visti e documenti

Per godervi una vacanza a Bali, assicuratevi di avere tutti i documenti necessari.

Il passaporto con validità residua di almeno sei mesi al momento dell’arrivo e che non sia rovinato o stropicciato.

Il visto turistico gratuito ha validità 30 giorni ( attenzione sono 29 notti )

Se invece desiderate stare nel paese fino a 58 notti dovete dichiararlo all’arrivo e pagare una tassa di circa 35 $ che può essere rinnovato per altri 30 giorni.

*Per approfondire l’argomento su Visti e documenti leggi qua

Lingua e dialetti

A Bali si parla il balinese . antica lingua che deriva dal sanscrito.

I caratteri carakan sono composti da un sistema alfasillabario derivante dall'indiano brahmi.

Esistono 47 lettere ognuna rappresentante una sillaba. Il balinese puro è composto da 18 consonanti e 9 vocali.

Ogni consonante ha poi una congiunzione chiamata gantungan che annulla la vocale intrinseca della sillaba precedente

Il bahasa indonesia è la lingua parlate universalmente dalla popolazione, insieme all'inglese che è la prima lingua straniera conosciuta.

Oltre a queste lingue, esistono anche numerosi dialetti, diversificati anche all'interno di comunità ristrette a causa della tradizionale suddivisione in caste della popolazione

Balinese caratteri carakan

Religione

A Bali circa il 92% della popolazione è di fede induista balinese , una combinazione di animismo locale unito all’ induismo del sud est Asiatico

Oltre ai nativi balinesi, molti sono gli indonesiani arrivati per lavorare nel turismo da isole più lontane e meno conosciute per questo a Bali sono presenti anche altre religioni l'Islam (5,7%), il Cristianesimo (1,4%) e il Buddhismo (0,6%).

*Per Approfondire l’ argomento la Religione di Bali leggi qua.


Cultura e Arte

Bali è famosa per la sua cultura arte e pittura, argento , ceramica , scultura e intaglio del legno sono attività artistiche molto sviluppate, soprattutto nell'area di Ubud .

La musica tradizionale e la danza sono vere forma d’arte , suonare il gamelan e imparare le danze tradizionali quali il legong, il barong e il kecak, hanno una grande importanza per la popolazione  

Bali cosa vedere

Tra paesaggi naturali mozzafiato e templi pieni di spiritualità, ecco i luoghi da non perdere durante un viaggio a Bali.

I templi di Bali

Una delle attrazioni principali dell’isola sono i suoi numerosi templi .

Sono così tanti che è quasi impossibile visitarli tutti, ma ce ne sono alcuni davvero imperdibili.

Il Tempio Tanah Lot è uno dei più caratteristici di Bali, anche perché si trova in mezzo al mare,

Il Tempio Uluwatu, situato nella penisola di Bukit e arroccato su una scogliera, a strapiombo sul mare merita davvero una visita.

Il pura Beaskih il grande e severo tempio madre dagli imponenti meru

*Per Approfondire l’ argomento , Bali cosa vedere leggi  *qua -  *qua  -* qua